La Storia

Il Katshuto Studio è nato più di dieci anni fà in un momento di transizione sonora.
La tecnologia stava iniziando a rendere tutto molto semplice, più
di quanto fosse accaduto negli anni precedenti. C'era anche un pò di confusione tra
i Dj, le domande erano: MP3, CD o Vinile? Ovviamente il più delle volte si tendeva
ad un rapporto qualità prezzo. Ed è per questo che decidemmo di nascere. Ci riunimmo e
decidemmo per la qualità e, da quel momento, tutti furono con la
nostra scelta e diventammo in tanti. Oltre ai Dj si unirono i Vj ed i Live-Set
tutti con rigorosi elettroni in tasca.
Grazie al lavoro svolto, ed agli ottimi collaboratori, siamo riusciti a formare un
discreto circuito tra artisti e location e man mano che i caratteri andavano
delineandosi ci siamo specializzati nello sviluppo e la creazione dell’”Artista”
prendendolo per mano ed accompagnandolo durante ogni suo passo cercando di
realizzare i suoi desideri poiché erano anche i nostri. Così siamo mutati,
cresciuti, maturati e ci siamo qualificati e siamo diventati i “Personal Trainer”
degli “Artisti”.

Di seguito una breve carrellata di flyer dei party Katshuto e foto estratte

Ringraziamenti

In questa pagina mi preme anche ringraziare le persone, i progetti e gli
artisti che con me hanno iniziato questo progetto, che hanno collaborato, che sono
passate come meteore ma che, ad ogni modo, qualcosa hanno lasciato e, soprattutto,
ci hanno creduto permettendoci di proseguire nel nostro cammino:

Exodus Bar, KTServ, fabio lapi, Mad, Leonardo Ferraro, Sub_Liminal_Tek, A-Cage Crew, laura, el, key
radar, SanthiAgo, anz, XTech, bxp, bruyant, arrogalla, twixy, audio adult
industries, burla, etnia supersantos, proctorNfranktur, Cyber23, radio mamouche,
duotek, violavenere, GalCed, sebatribe, harborea, spuntek, joprec, kri project,
poison, rha, duotek, stabber, twixy, LowMarks, urban jungla, Huljet!, Fernando Poo,
prophexy, Konik Polny...

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestPrint this page